breadcrumbs top

Per tutto quanto esposto nella nostra news precedente  abbiamo inviato richiesta di chiarimento al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti al fine di:

  • indicare  linee  guida  ed  istruzioni  per  l’applicazione  pratica  di  quanto  prescritto dall’articolo 41 comma 8-bis del Codice della Strada
  • chiarire la legittimità delle lanterne a LED presenti sul mercato dotate di marcatura CE e conformi a UNI EN 12368:2015
  • indicare   alla   scrivente   Impresa   eventuali   iniziative   necessarie   connesse   ai   punti precedenti

 

Questo è quanto ci è stato risposto dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti:

 

Alla Ditta LA SEMAFORICA srl Via Ponticello, 17 35129  Padova

Oggetto: Articolo 41, comma 8-bis, CdS. Richiesta di chiarimenti. Rif. prot. n. 331/GN/CC del27.04.2016.


Con riferimento a quanto esposto con la nota in riscontro, si premette che già nel 201O, con deliberazione n. 2/1O,  l'Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas aveva consentito, nelle lanterne semaforiche, la sostituzione delle lampade a incandescenza con lampade a LED, con termine ultimo di validità al31.01.2013.
La modifica apportata di recente all'articolo 41 del Nuovo codice della strada (DLgs n.285/1992), con l'inserimento del comma 8-bis, ha eliminato il suddetto vincolo temporale, consentendo così la sostituzione anche oltre il previgente termine del 31.01.2013.
Al riguardo si osserva che tale disposizione ha carattere del tutto generale, consente la sostituzione delle lampade ad incandescenza con lampade a basso consumo (e tra queste anche quelle realizzate con tecnologia LED), impone per tutte l'accensione immediata (e per quelle a led la disattivazione in caso di rottura anche di un solo componente), ma non consente di apportare modifiche alla struttura ottica della lanterna.
La disposizione non scende nel dettaglio prestazionale delle lanterne semaforiche, che restano soggette alle prescrizioni del comma 8, ovvero all'accertamento del grado di protezione e delle caratteristiche geometriche, fotometriche, cromatiche e di idoneità indicati dal Regolamento di esecuzione e di attuazione (DPR n. 495/1992) e da specifiche normative.
Ciò premesso, a parere di questo Ufficio, la sostituzione resta comunque subordinata all'accertamento della rispondenza alla norma armonizzata UNI EN 12368:2006 per gli impianti commercializzati dopo la sua entrata in vigore (01.02.2008), alla norma armonizzata o alle norme preesistenti per gli impianti omologati durante il periodo di coesistenza di esse, alle norme preesistenti per gli impianti omologati prima del periodo di coesistenza.
Come requisito  di  sicurezza da  garantire in  generale,  la  sostituzione deve  assicurare almeno le prestazioni originarie della lanterna.

Per quanto concerne poi gli specifici quesiti, si comunica quanto segue:

  • Il requisito dell'attacco  normalizzato E27 si riferisce solo alle preesistenti lanterne con lampade  ad  incandescenza;  le  lanterne  di  nuova  commercializzazione  devono  unicamente riportare la marcatura CE secondo la norma UNI EN 12368:2006 (ora aggiornata come UNI EN12368:2015)
  • La sostituzione con lampade a basso consumo e a led è prevista solo nelle lanterne dotate originariamente  di lampade  ad incandescenza;  per le lanterne  con tecnologia  led già esistenti la sostituzione delle lampade deve essere effettuata con elementi aventi le medesime caratteristiche.


IL DIRETTORE DELLA DIVISIONE (Dr.lng. Francesco MAZZIOTTA)

 

 

 

 

CookiesAccept ita

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

remarketing

footer ita intero

Contattaci:

tel: +39 049 77 30 55

fax: +39 049 807 4002

email: info@lasemaforica.com

skype: La Semaforica

Seguici:

facebookyoutubelinkedin

twitterinstagramskype

Chi siamo

P.I. 00206150286

Copyright © 2015 La Semaforica srl. Tutti i diritti riservati.

Site map | Privacy

Download

Partnership:

Tecsen

spin-off ITS de La Semaforica

Back to top^