breadcrumbs top

 

Come noto, dal 2 febbraio 2016 è entrato in vigore l’articolo 20 della legge 22/2015 in materia di “Green Economy” che ha aggiunto il comma 8-bis all’articolo 41 del Codice della Strada.

 

Il comma da ultimo citato dispone che “nelle lanterne semaforiche le lampade ad incandescenza, quando necessitino di sostituzione, devono essere sostituite con lampade a basso consumo energetico, ivi comprese le lampade realizzate con tecnologia a led. Le lampade da utilizzare nelle lanterne semaforiche  devono avere marcatura Ce e attacco normalizzato E27 (..omissis)”.

 

Quanto alle modalità di installazione la norma prevede che la sostituzione debba essere eseguita utilizzando la struttura ottica della lanterna semaforica già esistente nei limiti in cui ciò sia tecnicamente possibile. La norma prescrive quindi di apportare alla struttura ottica degli impianti le modifiche tecniche necessarie al fine di adattarli alle nuove lampadine, ma non prende in considerazione il fatto che garantire la compatibilità sia difficile, se non impossibile.

 

Questo è solo uno degli aspetti critici connessi all’entrata in vigore del comma 8-bis, art. 41 del Codice della Strada.

La norma in questione sta infatti sollevando una serie di criticità brevemente riassumibili come segue:

 

  • Problemi di compatibilità degli impianti più datati con le luci a basso consumo (possibili problemi con i colori, guasti e spegnimenti prolungati);
  • Problemi di compatibilità elettromagnetica delle nuove lampadine sulle lanterne semaforiche;
  • Requisito dell’attacco E27 – necessità di sostituire interi impianti semaforici posto che molte lanterne semaforiche hanno attacchi diversi  (a baionetta).    
  • Rischio che non resti immutata la resistenza ad umidità e vibrazioni, visto che si tratta di impianti installati all’aperto ed in mezzo al traffico;
  • Problematiche di sicurezza per software e hardware di gestione dei semafori che non sono adattabili a qualsiasi lampadina (conformemente alle norme europee armonizzate).

 Articolo da "Il Sole 24 Ore"

 

Ciò detto occorre premettere che La Semaforica s.r.l. produce e realizza lanterne semaforiche munite di marcatura CE e costruite in conformità ai requisiti tecnici indicati nella norma UNI EN 12368:2015 (Attrezzatura per il controllo del traffico - Lanterne semaforiche).

 

Per quanto concerne nello specifico la tecnologia a LED, l’Impresa ha realizzato i moduli “Starled 2” all’insegna della riduzione dei consumi e del rispetto dell’ambiente. La loro modalità di funzionamento prevede un driver elettronico di controllo che gestisce una luce centrale generata da LED High Flux e che, grazie al sistema con doppia lente, permette di ottenere una luce uniforme e brillante. Si tratta di ottiche a LED costruite nel rispetto della normativa EN12368:2015.

 

Ogni modello di lanterna semaforica è munito di certificazione rilasciata da Certif - associação para a certificação, ente europeo accreditato.

 

Le certificazioni di marcature CE fanno riferimento alla lanterna semaforica nel suo complesso, costituita dal corpo lanterna e dalla struttura ottica. Per i vari modelli di lanterne semaforiche si è reso infatti necessario ottenere una specifica marcatura CE per ogni tipologia di lente disponibile (colorata, neutra, diam. 200 mm, diam. 300 mm).

 

Risultano infatti dotate di certificazione le seguenti lanterne semaforiche:

CVE Famiglia Starled 2 lenti colorate diam. 200mm Galileo Famiglia Starled 2 lenti colorate diam. 200mm Giotto Famiglia Starled 2 lenti colorate diam. 200mm
CVE Famiglia Starled 2 lenti neutre diam. 200mm Galileo Famiglia Starled 2 lenti neutre diam. 200mm Giotto Famiglia Starled 2 lenti neutre diam. 200mm
CVE Famiglia Starled 2 lenti colorate diam. 300mm Galileo Famiglia Starled 2 lenti colorate diam. 300mm Giotto Famiglia Starled 2 lenti colorate diam. 300mm
CVE Famiglia Starled 2 lenti neutre diam. 300mm Galileo Famiglia Starled 2 lenti neutre diam. 300mm Giotto Famiglia Starled 2 lenti neutre diam. 300mm

 

 

 

 

 

Alla luce di quanto precede appare evidente che, nell’ipotesi di modifiche apportate ad una delle lanterne semaforiche di La Semaforica s.r.l., non possono in alcun modo essere garantiti né la marcatura CE né il rispetto degli standard tecnici indicati nella norma UNI EN 12368:2015.

 

Le Imprese terze che volessero sostituire le lampade nelle lanterne dell’impresa scrivente dovrebbero infatti ottenere una specifica certificazione CE relativa non alla sola lampada ma alla lampada e al corpo lanterna congiuntamente considerate.

 

La Semaforica s.r.l. si vedrà pertanto costretta ad inviare comunicazioni formali agli enti proprietari di strade al fine di declinare ogni responsabilità che dovesse sorgere dalle modifiche apportate agli impianti previste dall’articolo 41 comma 8 bis del Codice della Strada.

 

L’entrata in vigore del comma 8 bis, articolo 41 del Codice della Strada sembra inoltre aver aperto il campo ad una serie di comportamenti quantomeno discutibili da parte di alcune aziende.

Facendo propria un’interpretazione scorretta della norma sopra citata, un’azienda che commercializza lampade semaforiche a LED asserisce formalmente (rivolgendosi agli enti) che le lanterne a LED presenti sul mercato italiano risultano illegittime in quanto non dotate dell’attacco E27.

 

Fatto salvo quanto in precedenza esplicato relativamente alla marcatura CE si evidenzia come l’articolo 41, comma 8 bis del Codice della Strada si riferisca esclusivamente alle lampade semaforiche per lanterne a led e, nello specifico, alle lanterne già installate e attualmente dotate di lampade ad incandescenza. La norma non fa di certo riferimento alle lanterne semaforiche con tecnologia a LED di “nuova generazione” che di certo non possono essere considerate “illegittime”.

 

Per quanto concerne la scrivente Impresa si tratta, come sopra meglio descritto, di lanterne semaforiche a LED con ottica IP65 stagna, munite di marcatura CE e costruite in conformità ai requisiti tecnici indicati nella norma UNI EN 12368:2015 e, pertanto, commercializzate nel pieno rispetto della normativa tecnica vigente a livello nazionale ed europeo.

 

Rimaniamo come sempre a Vs. completa disposizione per ogni chiarimento in merito.

Pagina 26 di 49

CookiesAccept ita

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

remarketing nuovo

footer ita intero

Contattaci:

tel: +39 049 77 30 55

fax: +39 049 807 4002

email: info@lasemaforica.com

skype: La Semaforica

Seguici:

facebookyoutubelinkedin

twitterinstagramskype

Chi siamo

P.I. 00206150286

Copyright © 2015 La Semaforica srl. Tutti i diritti riservati.

Site map | Privacy

Download

Partnership:

Tecsen

spin-off ITS de La Semaforica

Back to top^